Judo

Il judo può essere praticato con modalità, fini e con intensità diverso, a qualsiasi età. Tuttavia in determinate fasce di età esso può assumere delle forme peculiari ed accentuare il suo lato sportivo a discapito di quello di disciplina di studio.
L’aspetto sportivo del judo trova il suo compimento nell’attività agonistica la quale può avere inizio dai 12 anni di età (Esordienti A) e concludersi al 35° anno di età (Senior).
Caratterizzazione di tutti gli atleti agonisti è la partecipazione a gare di carattere competitivo e uno studio del judo finalizzato alla prestazione sportiva.
Per la partecipazione alle competizioni gli atleti vengono suddivisi per sesso, classi di età e categorie di peso.
Le classi di età sono uguali a seconda del sesso e sono così suddivise:

  • Bambini: 4-5 anni
  • Fanciulli: 8-9 anni
  • Ragazzi: 10-11 anni
  • Esordienti A: 12 anni
  • Esordienti B: 13—14 anni
  • Cadetti: 15—17 anni
  • Junior: 18—20 anni
  • Senior: 21—35 anni

L’approccio all’attività agonistica deve essere totalmente volontario, una scelta dell’atleta e, soprattutto per le classi più giovani, deve avere un carattere per quanto possibile ludico ed essere svolto in un contesto di serenità e divertimento.